Aree

Nutraceutici

Il panorama dei prodotti destinati alla salute umana ha subito, negli ultimi anni, modifiche in risposta alle esigenze ed alla evoluzione continua del mercato, indirizzato a migliorare la qualità della vita e la salute del consumatore. Sebbene la Commissione Europea non abbia ancora definito con certezza il termine “nutraceutico”, le sostanze rientranti in tale categoria possono avere effetti di prevenzione o comunque di riduzione del rischio di determinate patologie, soprattutto quelle degenerative, riguardanti una particolare struttura o funzione dell’organismo.

L’area “nutraceutici” riunisce 29 gruppi di ricerca che lavorano ad ampio spettro sui seguenti temi:

Isolamento, Identificazione, analisi e caratterizzazione di molecole dotate di proprietà benefiche per la salute umana
Sviluppo ed uso di metodiche analitiche innovative, anche non distruttive, per lo studio di nutraceutici e per l’identificazione, all’interno di prodotti agroalimentari e di piante officinali, di biomarkers specifici di qualità e di tracciabilità e di molecole con effetto salutistico.
Analisi e caratterizzazione di specie vegetali e di microalghe, per l’individuazione di quelle maggiormente ricche in molecole ad effetto nutraceutico
Recupero di molecole ad elevato valore aggiunto per l’uomo e per gli animali, da specie vegetali, fruttifere e da scarti agroalimentari
Sintesi e produzione di molecole nutraceutiche anche attraverso approcci di tipo genetico, biotecnologico, e di tecniche colturali in vitro.
Fortificazione ed arricchimento di specie vegetali con nutraceutici o microelementi, mediante approcci biotecnologici ed agronomici.
Studio delle vie metaboliche, all’interno di prodotti vegetali, che portano all’espressione qualitativa dei geni coinvolti nelle vie biosintetiche di composti bioattivi

Referente Area Nutraceutici
Dr. ssa Filomena nazzaro
mena@isa.cnr.it